Storia degli Erbari       Gli Erbari e i Borbone       Le collezioni

Collezione Gussone generale

Questa raccolta, costituisce la più imponente delle collezioni dell'Herbarium Neapolitanum. Conserva i numerosi campioni raccolti da Giovanni Gussone (discepolo del Tenore), a partire dal 1806 nelle regioni del Regno di Napoli e nel corso dei suoi viaggi all'estero. In essa sono sono conservati anche campioni inviati dai più famosi botanici italiani e stranieri al Real Orto Botanico di Napoli.
La collezione risultava originariamene costituita da 181 fascicoli, di cui tre rappresentavano la sezione crittogamica. Secondo Pasquale (1871) comprendeva circa 16.000 entità, rappresentata ognuna da un notevole numero di exsiccata. Questa collezione risulta essere quella maggiormente danneggiata, in seguito all'occupazione degli edifici dell'Orto Botanico da parte degli alleati nel corso della seconda guerra mondiale. Allo stato attuale è costituita da due sezioni: la prima, che conserva la struttura originale, è composta da 136 fascicoli; la seconda, profondamente modificata nella struttura e nell'ordinamento sistematico, è composta da 81 fascicoli.
La collezione possedeva un catalogo manoscritto che fu ricopiato da G. A. Pasquale e arricchito di tutte le specie i cui exsiccata continuavano ad essere inviati dai corrispondenti dopo la morte di Gussone. Questo catalogo, oltre a riportare l'indice dei generi con l'indicazione del numero di fascicolo in cui ogni campione era conservato, riporta anche l'indice delle specie.
La schedatura della collezione è in via di completamento.

Raccoglitori